Comunicato Stampa

27 gennaio 2006

Cronaca della Liguria

 

ALLERTA METEO:

INVECE DI SPARGERE QUINTALI DI SALE IN PREVISIONE DELLA NEVE

SOCIETA’ AUTOSTRADE VIETA L’INGRESSO AI MEZZI PESANTI

 

“Ovvero: come risolvere il problema trasferendolo sugli altri. Stavolta Autostrade non si è fatta cogliere impreparata e per evitare ogni  responsabilità ha chiuso da subito i caselli in entrata nei punti strategici” dice Anna Massone Presidente del Codacons Liguria e Presidente Nazionale di Voglio Vivere. “Impedire l’ingresso ai mezzi pesanti, in teoria, doveva garantire la circolazione sulle autostrade già cosparse per tempo con l’apposito sale. Nella realtà, ci chiediamo se Autostrade, Polizia Stradale e Prefetto non abbiano peccato di un eccesso di zelo, come ci suggerisce il responsabile della FITA sig. Bossa, il quale ha potuto verificare personalmente una situazione ben diversa. Percorrendo le autostrade da Ceva – Savona e sino a Voltri, dove si trovava nel primo pomeriggio, l’asfalto era ancora pulito e privo di lastre di ghiaccio. Ci dice ancora Bossa che i mezzi spargisale non erano entrati in funzione, benché vi fosse un leggero nevischio che si intensificava verso Voltri nel primo pomeriggio. Perciò i mezzi pesanti fermi nei porti di S. Benigno, Voltri, ma anche a Savona avrebbero potuto benissimo lasciare al più presto la nostra regione, quando le condizioni ancora lo permettevano”, spiega Anna Massone. “Purtroppo, ricordando le vicende del dicembre scorso, nessuno ha voluto rischiare ed è stata richiesta al Prefetto la messa in sicurezza con molto anticipo, basandosi solo sul dato oggettivo, e quindi insindacabile, che era stata data l’allerta meteo e ci si comportava di conseguenza, astenendosi da valutazioni soggettive che potevano dare luogo alle solite polemiche e rivendicazioni. La mancanza di feed-back e di procedure decisionali flessibili ha come conseguenza che un centinaio di autotrasportatori, chi bene, chi meno bene (come a S. Benigno dove non ci sono punti di ristoro), passerà la notte nella cabina del proprio camion con temperature sotto zero e la previsione è che alle ore 12 di domani, ora di sblocco prevista dall’ordinanza prefettizia, sarà forse in arrivo un peggioramento che richiederà una nuova messa in sicurezza ed il fermo verrà prolungato. Essendo ormai venerdì, sarà possibile che i mezzi in questione resteranno bloccati sino a lunedì per un lungo ponte forzato che poteva essere evitato permettendo di sgombrare le strade quando la situazione era lungi dall’essere critica. Mi sembra che in pieno inverno, dopo giorni di previsioni nefaste, Autostrade avrebbe dovuto ottemperare ai suoi doveri spargendo sale con anticipo e non nelle ultime ore, chiedendo aiuto al Prefetto per scaricarsi ogni responsabilità. Invece, in questo modo, sono gli autotrasportatori a sopportare le esternalità di un’azienda che, nonostante le esperienze passate, continua a cercare soluzioni che non le pesino sul portafogli”.

I legali del Codacons Liguria e di Voglio Vivere sono pronti come sempre a tutelare gli utenti presso la loro sede ufficiale presente in Genova-Foce via Rimassa 70-4 n. 010-5958259

 

INFOSTAMPA 010 59 58 259